World Bank Group: State and Trends of Carbon Pricing 2015

La Banca Mondiale International Bank for Reconstruction and Development/The World Bank ha pubblicato il proprio rapporto per il 2015 in merito alle tendenze e allo stato attuale dei sistemi di emission trading system e delle misure di fiscalità ecologica come la carbon tax: il rapporto in esame, riflette l'attenzione dell'OECD e della Conferenza di Parigi.

 

In questo rapporto, viene confermata la centralità delle iniziative legate al carbon pricing instruments allo scopo di ridurre gli effetti negativi per l'ecosistema di tutte quelle attività umane che producono gas ad effetto serra giacchè, "Climate change poses great dangers to us all.This means that we need to limit harmful greenhouse gas emissions effectively. Economic incentives are a good way to achieve this goal. Carbon pricing makes investments in low-carbon or carbon-free technologies attractive and ensures that fossil fuels are used efficiently. This helps us to adhere to our common two-degree climate goal. […] Our country’s positive economic development shows that technological progress and growth can go hand in hand with climate protection. […] The emission of harmful greenhouse gases must come at a price".

Il rapporto della Banca Mondiale spiega come il sistema ETS (emission trading system) e quello della carbon tax pur avendo i medesimi obiettivi sono differenti dal punto di vista della struttura amministrativa che richiedono e del livello di incertezza della procedura con cui spiegano i loro effetti.

Parimenti, accanto a questi due modelli, si possono annoverare quelli ibridi come il "cap-and-trade".

Il pone, giustamente l'accento su un progetto molto interessante e cioè il REDD+ che rappresenta il

Reducing Emissions from Deforestation, Forest Degradation, and the role of conservation, sustainable management of forests, and enhancement of forest carbon stocks.

 

Poi, da un punto di vista metodologico, gli aspetti consigliati al legislatore nazionale sono i seguenti:

a) considerare l'impatto, i termini economici, dei sistemi di ETS, fiscalità ecologica (carbon tax) o sistemi ibridi;

b) valutare qual'è l'intensità delle emissioni che può determinate un incremento dei prezzi;

c) prendere in considerazione l'intensità di trading che legittima l'appicazione o esenzione di determinate misure correttive in senso eco-friendly.

Allegati:
FileDimensione del File
Scarica questo file (World Bank Group State and Trends of Carbon Pricing 2015.pdf)World Bank Group State and Trends of Carbon Pricing 2015.pdf6735 Kb